Dopo le Nike Adapt BB arriva l’alternativa di Puma, Puma FI (Fit Intelligence).

La sneaker presenta la stessa tecnologia autoallacciante già utilizzata in precedenza dalla casa produttrice con le Puma Autodisc, uscite nel 2016. 

Queste sneakers, a differenza delle Nike che sono nate per il basket, sono versatili per qualunque tipo di attività, dallo sport al tempo libero. Presentano tre livelli di allacciamento, modificabili ulteriormente dall’app disponibile per smartphone e applewatch o con uno swipe sulla linguetta touch sensitive. Su di essa si trova un controller in materiale plastico, dove si può regolare la pressione dei lacci, mentre la batteria si trova al di sotto della soletta e ha una durata di 72/96 ore, si può ricaricare tramite una base wireless oppure sfilando la batteria e inserendola nel caricatore da viaggio. 

Investitore e promoter del progetto il noto youtuber Bay McLaughlin, come ha testimoniato nel suo video presentazione, dopo aver effettuato svariati performing tests, alla fine della giornata la scarpa presentava ancora un 70% di autonomia. 

La release della scarpa è prevista per il 2020, ma Puma ha iniziato un programma di beta testing con il quale le persone, iscrivendosi tramite l’app PUMATRAC, potranno effettuare anch’esse il testing.h

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.