MALEDETTI RESELLERS

OK, forse cosi è troppo, ma quante volte l’avete, anzi, l’abbiamo sentita in giro o letta sui social? Ma da dove arriva tutta questa avversione? Perché i resellers sono cosi odiati nella scena? Ma soprattutto è sempre stato così?

Fino a qualche anno fa, non era semplice per tutti mettere le mani su scarpe e capi d’abbigliamento limitati ed erano molto più frequenti le regional releases oppure instore only. E’ qui che entrava in gioco il “reseller”, quello vero (quello OG), con i contatti nella città o nello store dove viene venduto il nostro grail e di certo è l’unica persona affidabile, in grado di farcelo avere. Ovviamente questo è solo un esempio, le sfaccettature nella figura del reseller sono molteplici, ad esempio, bisogna essere in grado di capire quali siano i pezzi su cui investire, quelli che avranno una tiratura bassa a fronte di una richiesta alta; non bisogna aver paura di “stockare” un oggetto in attesa che ne salga il valore, ma soprattutto, quello che non viene mai detto è che nel 90% dei casi, il reseller, non è altro che un appassionato come noi, spesso con una conoscenza altissima del settore. 

Allora perche tutti li odiano, se li odiano? La realtà è molto diversa da cosi, perché i bersagli dell’odio, sempre se di odio si può parlare, non sono i resellers, ma i resellini, una figura completamente diversa.

Generalmente minorenne, o comunque molto giovane. Il resellino compra tutto quello che esce, per rimetterlo poi in vendita sui gruppi Facebook nel giro di nemmeno mezza giornata, ad un prezzo maggiorato generalmente di 50€ al massimo, il suo potere d’acquisto è dettato dai soldi che mamma e papà elargiscono e la sua conoscenza della materia è pressoché nulla. 

Tutto questo porta ad una situazione surreale, gli e-shop dei brand sono vuoti, ogni item, più o meno, è sold out, ma quasi tutto si può trovare ad un prezzo maggiorato da qualche privato, il tutto in nome di un effimero guadagno e di una passione che facciamo anche fatica a definire tale. 

Probabilmente “MALEDETTI RESELLERS” non è un titolo così adatto, andrebbe corretto in “MALEDETTI RESELLINI” 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: