Puntuale come un orologio svizzero, anche quest’anno il primo lunedì di maggio ha svelato al mondo l’annuale spettacolo del MET Gala, evento che ogni anno migliaia di appassionati attendono con impazienza, come se fosse il SuperBowl dell’alta moda. L’anticipato tema di questa edizione era “Camp, notes on fashion”, ispirato al titolo del libro “Notes on Camp” di Susan Sontag.

Il MET Gala è un evento tanto popolare quanto misterioso per molti, perciò facciamo un passo per volta:

COS’E’ IL MET GALA?:

E’ un evento di beneficenza a cadenza annuale, durante il quale vengono raccolti fondi per il Metropolitan Museum of Art’s Costume Institute e rappresenta anche l’opening dell’annuale mostra dedicata alla moda. L’evento si tiene ogni anno all’interno del museo ed è organizzato – da 24 anni a questa parte – dalla editor-in-chief di Vogue US, Anna Wintour. Ogni anno viene scelto un tema sul quale gli invitati dovranno basarsi per i loro outfit e, proprio per questo, oltre le orde di appassionati, muove anche moltissime opinioni in giro per il web.

Per il MET di quest’anno abbiamo voluto dire la nostra, perciò ecco a voi le pagelle della redazione di Draftin:

LADY GAGA:

Aprire questa lista con lei è assolutamente inevitabile. Una delle prime ad arrivare sul pink carpet e l’unica a regalare un vero e proprio spettacolo ai presenti. Cambia look quattro volte prima ancora di entrare all’interno del museo, lasciando tutti a bocca aperta. I suoi look sono firmati da Brandon Maxwell che interpreta perfettamente lo spirito “esagerato” del Camp. 10 magna cum laude.

HARRY STYLES ED ALESSANDRO MICHELE:

Se la coppia composta dal cantante e dal direttore creativo di Gucci (e dell’intera serata!) interpreta il tema di quest’anno in una chiave decisamente meno appariscente di Gaga, è comunque l’effetto Gucci e tutto l’immaginario che questo nome porta con sé a convincerci anche questa volta. I tessuti morbidi e le balze imponenti che saltano immediatamente all’occhio danno ai due look un tono vittoriano e stravagante, che per noi di Draftin è un pieno 10/10.

SERENA WILLIAMS:

La scelta della tennista per il suo outfit è ricaduta su un abito di Atelier Versace, abbinato a delle scarpe che a noi sono più che familiari: la Williams ha indossato infatti un paio di Air Force 1 x Off-White Volt. Le scarpe hanno ripreso perfettamente il colore acceso del vestito arricchito da un vistoso insieme di fiori e incarnano il background sportivo di Serena, che in una situazione del genere infrange le regole dell’alta moda canonicamente intesa. Il nostro voto per lei è un bell’8/10.

FLORENCE WELCH:

Per la serata del MET, Florence Welch diventa parte della “gang” che ha scelto Gucci per interpretare il tema del Gala. Il suo abito dai colori tenui le dà un aspetto assolutamente etereo e il mantello con le spalle strutturate è un’aggiunta che sembra uscita direttamente da un libro di fiabe. Una scelta azzeccatissima che riflette perfettamente l’immaginario e l’atmosfera che la cantante crea anche con la sua musica. Anche per lei il voto è un 8/10

NAOMI CAMPBELL:

La top model ha indossato un abito Valentino Couture realizzato per lei direttamente da Pier Paolo Piccioli. Un abito che incarna perfettamente lo spirito “camp” come voleva Susan Sontag: il direttore creativo ha infatti preso alla lettera una delle affermazioni della scrittrice all’interno del suo libro, nel quale affermava che “La caratteristica del camp è lo spirito di stravaganza: camp è una donna che cammina indossando un abito fatto da tre milioni di piume”.  Lei, comunque, rimane sempre stupenda. 9/10.

CARDI B:

La rapper non è nuova alle esagerazioni sui tappeti della moda: ricorderete l’abito Mugler che Cardi aveva indossato ai Grammy. Quel vestito è ora in mostra all’interno del Metropolitan, ma per la serata del gala sceglie un imponente abito con strascico Thom Browne, che è ancora più ingombrante dell’abito giallo firmato Guo Pei che Rihanna aveva indossato nel 2015. Cardi B e la sua personalità sono la quintessenza del camp, per questo per noi il voto è un bell’ 8/10.

FRANK OCEAN:

Riguardo al look di Frank, siamo più confusi di lui durante la serata del Gala: il cantante indossava un ensemble Prada in total black. Sarà stata una scelta quella di sfidare il regolamento non rispettando il tema della serata? Sarà stata un’affermazione contro i dettami della moda e delle regole che impone? O sarà che si è direttamente dimenticato di dover andare al MET Gala? Non possiamo saperlo, per questo il nostro voto per lui e il suo look un po’ troppo anonimo si ferma ad un 5/10.

KENDALL JENNER:

Kendall ha scelto di calcare il pink carpet indossando una creazione firmata Donatella Versace. Torna il leitmotiv delle piume, arancioni e dal tono sgargiante, che abbinate alle frange applicate al vestito e ai capelli raccolti e fissati sulla fronte le danno un’aria da “flapper-girl” anni ‘20. Per noi il tema è ampiamente centrato e lei è veramente bellissima. La media dei nostri voti la portano ad un meritato 9/10.

KYLIE JENNER E TRAVIS SCOTT:

Kylie indossava un abito Versace color lavanda, con dei manicotti, uno strascico in piume (Susan Sontag sarà fiera) e una lunga parrucca che riprendeva il colore dell’abito. Lui, invece, aveva un ensemble dall’effetto “combat” firmato Dior.
Nonostante l’effetto scenico, noi della redazione non abbiamo particolarmente apprezzato l’outfit di Kylie, che si ferma ad un 7/10. Meglio per Travis, che prende un bell’8/10.

JARED LETO:

Il frontman dei 30 seconds to mars sfoggia un look total Gucci dal colore rosso acceso, completato da un accessorio che avevamo già avvistato sulle passerelle della maison nello scorso autunno/inverno: la sua testa. Il pupillo di Alessandro Michele centra il tema della serata alla perfezione e il suo “headpiece” (letteralmente) conquista il tappeto rosa e il web, diventando immediatamente virale. Per lui un 8,5/10.

KIM KARDASHIAN E KANYE WEST:

I neo-genitori (sta nascendo il quarto West mentre scriviamo questo articolo!) hanno scelto due look diametralmente diversi per il gala: mentre Kim ha scelto un vestito Mugler, super aderente e trompe l’oeil con un effetto bagnato, Kanye ha indossato una giacca Dickies da 43$. Anche lui colpito da amnesia pre-MET? Per lui il voto è 7/10… sempre meglio di Kim, che dopo un attento calcolo, si ferma ad una media di 6/10.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.